collection

Il corpus dei documenti in Lineare B di Cnosso è il più grande mai scoperto. La prima voce nell’Inventory of Inscriptions and Sealings’ (Inventario delle iscrizioni e dei sigilli) del Museo Archeologico di Heraklion è una tavoletta in Lineare B, che si suppone sia stata trovata da Arthur Evans, pubblicata da Luigi Pernier in Monumenti Antichi dei Lincei, ed esposta nella vecchia vetrina 44. Tra le tavolette inventariate, spiccano le tavolette della Room of the Chariot tablets, alcune delle più antiche iscrizioni in Lineari B, scavate da Evans. Mentre 9947 documenti sono stati pubblicati ufficialmente in COMIK, la collezione del Museo di Heraklion comprende ad oggi un corpus di 10126 frammenti. Il conteggio delle tavolette complete è stimato in circa 3400, ma il lavoro di ricomposizione di documenti originariamente frammentari degli ultimi decenni ha alterato il numero originale (Palaima – Melena 2001).

In particolare, molte delle tavolette di Cnosso sono ridotte in piccoli frammenti incompleti o addirittura minuscoli e sono stati studiati nel tempo. Ad esempio, la cosiddetta serie 5000 non era stata registrata da Evans nella sua “Handlist of tablet” o in altre note di scavo nel Museo Ashmolean. Alla fine i documenti furono numerati da E.L. Bennett, Jr., 5000-6068 e pubblicati per la prima volta in “Scripta Minoa II” all’inizio del 1952 e, più ampiamente, in KT0 e KT1 (vedi Firth – Melena 2000-2001). Inoltre, numerosi frammenti che Ventris aveva studiato nel 1955 furono riscoperti nel Museo di Heraklion nel 1984 insieme a pezzi di tavoletti non iscritti. Questi furono numerati 9001-9947 e 10001-10009 e costituiscono il fulcro di un progetto di studio da parte di un team internazionale di micenologi (20 Raccords de Fragments dans les tablettes de Cnossos; Melena 1996).

Il progetto ha creato molte associazioni significative tra i frammenti, che spesso combaciano perfettamente (e vengono pertanto definiti “join”), e che sono stati di conseguenza riparati e conservati insieme; in altri casi, tuttavia, i collegamenti suggeriti tra frammenti, sebbene probabilmente appartenenti a una stessa iscrizione, non si uniscono fisicamente. Questi ultimi, detti “quasi-join”, sono talvolta conservati separatamente nei cassetti della collezione del Museo di Heraklion. (vedi class X-)

 Dr. Georgia Flouda

Head of the Department of Minoan and Prehistoric Antiquities, Heraklion Archaeological Museum

   

Ak 828               Ap 5864         As 1516

Bg 5584

               

Da 1156          Da 1163             Da 1164             Da 1170            Da 1172         Da 1173 lat inf   Da 1173 recto        Da 1341          Da 1341 join

               

Da 1352             Da 1378             Da 1495            Da 8201              Db 1159            Db 1160             Db 1344             Db 1464            Db 1507

               

Dd 1157             Dd 1342            Dd 1429             Dd 5174           De 1184         De 1184 verso        De 1585             Dg 1158            Dg 5185

               

Dk 1067             Dm 1180           Dm 1184            Dn 1094           Do 1061             Dq 7126             Dq 7137             Dq 7852            De 1085

               

Dv 1509             Dv 1607             Dv 5075            Dv 5322             Dv 8413            Dv 8742             Dv 9568            Dv 9591             Dv 9603

 

Dv 9603 verso        Dv 9604

 

E 36                  E 669

     

F 51 recto          F 51 verso           F 841                   F 852

           

       Ga 416                 Ga 421              Ga 1536             Ga 7367            Gg 701            Gg 708          Gg 708 verso

             

L 469                  L 695                L 8025           Lc 504 recto      Lc 504 verso          Lc 546                Le 641              Le 5629

       

Od 502               Od 681              Od 765           Og 180 recto      Og 180 verso

Pp 698

   

Sd 4406             Sd 4413             So 4448

U 1539

 

V 655                 V 1583

 

Wb 2001 recto   Wb 2001 verso

               

X 522                X 697                 X 6029              X 7546               X 7554               X 7629               X 7749              X 8502               X 9020

               

X 9196              X 9209              X 9375               X 9721               Xd 107               Xd 149          Xd 149 verso         Xd 7914             Xf 5104

Data License. The 2D+ and 3D-models of artifacts presented in the database of paitoproject are for scientific, non-profit use of scientists. All 2D+ and 3D-models are subject to copyright laws with all rights reserved.
Reproduction, publication or commercial use of these 2D+3D-datasets is strictly prohibited without prior written permission. For further information, contact: Prof Alessandro Greco a.greco@uniroma1.it